Test: RRD Poison LTD

Marca: Roberto Ricci Designs (RRD)

Modello: Poison LTD

Misura: 133×42

Utilizzo: Freestyle – New School

Prezzo di listino: 699€

Spot e condizioni: Tarifa, vento da 10 a 30 nodi, onshore e sideoff

 


Al primo contatto si nota l’alto livello delle finiture, della pittura e dei pad e straps

[URL=http://img222.imageshack.us/my.php?image=poison008vn5.jpg][IMG]http://img222.imageshack.us/img222/9287/poison008vn5.th.jpg[/IMG][/URL] 

 

Tutta la grafica della tavola è ottenuta per sublimazione e la finitura superiore è presente da alcuni anni anche sulla linea windsurf di rrd che è stata la prima ad adottarla e dà l’impressione che la tavola sia stata carteggiata, come per rimuovere il peso in eccesso. Questo dà un certo aspetto “custom” agli attrezzi di ricci…

Rrd è stata una delle prime ditte a credere in quella che è la tendenza attuale sulle tavole freestyle new school, ovvero sostituire l’anima di Herex con un’anima in legno proprio come avviene con gli snowboards o i wakeboards: questa necessità è stata portata da un’evoluzione dello stile verso le manovre del wakeboard che spesso prevedono atterraggi in velocità che comportano grossi stress alla tavola. L’utilizzo di anime in legno è permesso dallutilizzo della profilazione con macchine a controllo numerico e permette di continuare ad avere un attrezzo leggero.

 

[URL=http://img222.imageshack.us/my.php?image=poisonboardssn0.jpg][IMG]http://img222.imageshack.us/img222/5795/poisonboardssn0.th.jpg[/IMG][/URL]

Delle 6 misure disponibili, tutte differenziate da 1cm sia di larghezza che di lunghezza, ho scelto la seconda per grandezza. La larghezza di 42cm ultimamente sta diventando uno standard anche per atleti molto più leggeri di me in quanto consente una planata veloce con la possibilità di fare più manovre ravvicinate ed una base larga per gli atterraggi; addirittura ci sono pro che usano tavole ancora più larghe pur pesando 65-70kg…

La larghezza e la chiglia concava portano la tavola a planare molto presto, il concavo inoltre stabilizza la tavola trasmettendo una piacevole sensazione di scivolare senza sforzo sull’acqua; aiutano a navigare sul velluto anche i generosi pads che come vuole l’ultima tendenza sono non più incollati alla tavola, ma solidali con le straps. In questa maniera tramite le boccole si regola l’angolazione di entrambe in maniera univoca e si dà l’opportunità di montare gli attacchi da wake a chi li preferisse; inoltre il fatto di smontare tutto insieme è un ulteriore vantaggio per viaggiare…

 

Le straps mantengono alto il livello di finitura della tavola, sono molto belle da vedere, sono molto confortevoli pur essendo precise nella trasmissione degli impulsi e sono regolabili all’infinito e in maniera veloce agendo su due fasce di velcro che si sovrappongono.

[URL=http://img222.imageshack.us/my.php?image=poisonpadsao2.jpg][IMG]http://img222.imageshack.us/img222/2573/poisonpadsao2.th.jpg[/IMG][/URL]

 

Come detto la tavola viaggia sul velluto ed anche nel chop assorbe la maggior parte delle sollecitazioni e questo è un gran pregio per una tavola il cui indirizzo è il freestyle new school visto che come detto queste tavole di solito, qualsiasi sia il costruttore, sono quelle più rigide della gamma. Devo dire che sotto questo punto di vista il confronto con la mia vecchia rrd xx è impietoso…in quanto oggi si riesce ad ottenere una tavola con un ottimo pop senza che questa sia scomoda in navigazione.

Il pop appunto è notevole e l’ho notato specialmente nelle manovre che si fanno con il kite fermo, tipo railey o backroll, in cui la tavola permette di saltare facilmente fuori dall’acqua anche in assenza del chop, permettendo comunque sempre di atterrare morbido senza rimbalzare sull’acqua, mentre il passaggio da bordo a bordo è piuttosto morbido per non avere i tip arrotondati, anzi avendo gli swallow tip.

La bolina è ottima anche grazie alla già citata facilità di scorrere sull’acqua, personalmente nelle prime uscite ho riscontrato una minor facilità di piantare lo spigolo in acqua in condizioni di soprinvelatura rispetto alla mia vecchia tavola ma questo è sicuramente da imputare ai 2 cm in più di larghezza della tavola nuova, infatti negli ultimi giorni ho avuto dei miglioramenti sotto questo aspetto.

 

Pin It

Commenti e reazioni su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per contrastare la mole di spamboot che tentano di registrarsi, ti chiediamo di ricomporre l'immagine che vedi qui sotto come se fosse un puzzle. Grazie per la comprensione, freestyler.itWordPress CAPTCHA


Loading Facebook Comments ...

No Trackbacks.