Is it fun? Of course it is…

Per quanto mi riguarda cè solo una cosa più bella di surfare la powder con gli amici, ovvero porre fine ad un lungo periodo di astinenza dalla powder. Sempre con gli amici.

Così è stato in occasione della surfata di Santo Stefano, per cui la necessità di smaltire quanto accumulato nelle abbuffate natalizie appena concluse è in realtà una scusa per sgamare l’ennesimo pranzo coi parenti.
Serve un po’ di faccia tosta, ma se ci credete voi per primi, funziona.
Così ci siamo trovati il 26 mattina io, Bart e Giulio (un mio compare surfista, snowboarder da poco) e siamo partiti alla volta del Trentino. Vergognosamente in ritardo, ma per una volta non per colpa mia (giuro).
Ci fermiamo ad Affi per recuperare laltra colonna poretante di Freestyler, ovvero il buon Iena, convinto allultimo (la sera prima) ad aggiungersi a noi. Una rapida occhiata alle condizioni meteo e alle prime immagini delle webcam.
Benedetta tecnologia.
Tra Ala-Avio e Rovereto Sud si improvvisa una drammatica riunione per capire dove andremo a surfare oggi che si risolve con una serie di rumori corporali e con la decisione di puntare verso Folgarida-Marilleva. Almeno lì eviteremo di trovare la pioggia.

E difatti, una volta arrivati agli impianti di Daolasa e presa la cabinovia, usciamo e ci aspetta una bella nevicata. Non durerà tanto, ma tanto basta per dare quel tocco di powder che mancava da tempo e che ci aiuta a mantenere un buon livello di idiozia nonostante il meteo avverso.

Cattura

E dopo aver surfato in lungo e in largo il bosco di Folgarida (almeno per quanto potevamo fare senza il nostro local di fiducia Daniele che per ora è ancora fuori uso) il cielo si è progressivamente aperto regalandoci unaccoppiata sole-powder alla quale avremmo creduto poco ad inizio giornata.

SAMSUNGNell’Orrdio cè anche un po di Pessimo, ma si vede solo col sole.

E la giornata è andata avanti così, con una neve veramente bella e lo spettacolo del Grostè che si apriva proprio davanti a noi, finchè il buon Giulio non si è perso ritrovandosi a Marilleva 1400 ad impianti oramai chiusi.
Indovinate un po chi aveva la macchina?
Esatto.
  Pyg5WUno dei pochi scatti della giornata. Eravamo troppo infottati. Sorry.

A fine giornata, bevendo l’ennesima birra in attesa di Giulio mi è venuto in mente linizio di Afterlame, terzo video della produzione Robotfood recentemente linkato (in versione integrale) nel nostro forum, quando David Benedek dice che lo snowboard è si divertente, ma è quando non puoi farlo, quando ti manca, che ti accorgi quanto lo sia.
Sì, cacchio, mi era proprio mancato.

Però, ecco, ora anche basta con l’astinenza.

Pin It

Commenti e reazioni su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per contrastare la mole di spamboot che tentano di registrarsi, ti chiediamo di ricomporre l'immagine che vedi qui sotto come se fosse un puzzle. Grazie per la comprensione, freestyler.itWordPress CAPTCHA


Loading Facebook Comments ...

No Trackbacks.